Castello al Monte

Il borgo medioevale più vecchio della città

Il complesso architettonico del Castello, sulla cima del Monte Nero, è annoverato fra i luoghi da vedere a San Severino Marche.  La struttura sorse in epoca alto-medievale, in seguito alla distruzione dell’antica città romana di Septempeda di cui rimangono resti in località Pieve. I Septempedani decisero allora di spostarsi dalla valle per erigere la nuova città aldilà del fiume Potenza, sulla cima del Monte Nero, in modo da respingere le future invasioni in maniera più efficace. 

La città ricostruita fu battezzata con il nome di Severino, vescovo di Septempeda a metà del VI secolo, dando origine all’insediamento che vediamo ancora oggi. Sulla sommità del Monte Nero si trovano i simboli del potere medievale, ancora oggi simboli della città. Sul piazzale degli Smeducci si affaccia la Torre del Comune, poi detta degli Smeducci, costruita nel XIII secolo con funzioni di difesa, avvistamento e segnalazione alle altre torri dei castelli del territorio comunale.

Su tale torre è murato il bassorilievo del Leone Passante ghibellino, fazione alla quale aderì San Severino, in perenne lotta con la guelfa Camerino. Più in alto un bassorilievo, molto controverso, rappresenterebbe la scala dello stemma degli Smeducci, ma la tradizione vi riconosce la raffigurazione di un morso di cavallo, fatta apporre proprio dai Signori al ritorno da una delle tante cacciate che subirono, per dimostrare che da allora in avanti avrebbero tenuto la città come si fa con i cavalli. Sul lato opposto si trova il Duomo Antico, che conserva le spoglie del patrono San Severino che secondo una leggenda vennero trasportate qui dal sepolcro di Septempeda dopo le devastazioni barbariche grazie a prodigiosi miracoli.

L’edificio risale agli inizi del primo millennio e ciò è testimoniato dalla cospicue stratificazioni murarie. All’interno viene conservato un preziosissimo ed ancora funzionante organo del 1671 attribuito a Giuseppe Catarinozzi. Si tratta di un sedici piedi ad ottava bassa che conserva intatto il materiale fonico con 700 canne a tortiglione e una stupenda cassa dorata.

Places in Castello al Monte

Find More  

Information

Find More  

Directory

Find More  

Articles

Find More